Brillano le principali borse europee

(Teleborsa) – Prevalgono gli acquisti nella Borsa di Milano, al pari delle principali Borse Europee. Sul mercato USA, si registrano scambi al rialzo per l’S&P-500.

Un segnale di ottimismo è arrivato dal fronte dei negoziati commerciali tra USA e Cina, con le dichiarazioni del Ministro del Tesoro statunitense Steven Mnuchin che ha definito “produttivo” l’incontro con i colleghi cinesi a Pechino.

Leggera crescita dell’Euro / Dollaro USA, che sale a quota 1,13. L’Oro mostra un timido guadagno, con un progresso dello 0,24%. Sessione euforica per il greggio, con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che mostra un balzo dell’1,82%.

Consolida i livelli della vigilia lo spread, attestandosi a +270 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 2,80%.

Nello scenario borsistico europeo effervescente Francoforte, con un progresso dell’1,91%, Londra avanza dello 0,55%, e incandescente Parigi, che vanta un incisivo incremento dell’1,79%.

Giornata di forti guadagni per Piazza Affari, con il FTSE MIB in rialzo dell’1,90%; sulla stessa linea, chiude con il vento in poppa il FTSE Italia All-Share, che arriva a 22.214 punti. In denaro il FTSE Italia Mid Cap (+0,8%), come il FTSE Italia Star (0,3%).

Nella Borsa di Milano risulta che il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 2,13 miliardi di euro, in aumento rispetto agli 2,05 miliardi della seduta precedente; mentre i contratti si sono attestati a 233.177, rispetto ai 230.079 precedenti.

Su 214 titoli trattati a Piazza Affari, 67 hanno terminato la seduta con una flessione, mentre i rialzi sono stati 134. Invariate le rimanenti 13 azioni.

Apprezzabile rialzo a Milano per i comparti telecomunicazioni (+5,54%), bancario (+4,05%) e materie prime (+2,22%). Il settore chimico, con il suo -0,44%, si attesta come peggiore del mercato.

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, in primo piano Banco BPM, che mostra un forte aumento del 6,94%.

Decolla Telecom Italia, con un importante progresso del 6,40% spinta dalla notizia del rafforzamento di CDP nel capitale della compagnia telefonica con l’ipotesi di un incremento fino al 10%.

In evidenza Unicredit, che mostra un forte incremento del 5,29%.

Svetta UBI Banca che segna un importante progresso del 5,02%.

Le peggiori performance, invece, si sono registrate su Moncler, che ha chiuso a -0,87%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Banca Popolare di Sondrio (+3,92%), Credito Valtellinese (+3,76%), ASTM (+3,66%) e Maire Tecnimont (+3,37%).

Offerta Banca Ifis, che ha chiuso a -4,36%.

In apnea Gima TT, che arretra del 4,16%.

Tonfo di doBank, che mostra una caduta del 4,12%.

In rosso Salini Impregilo, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,46%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Brillano le principali borse europee