Brilla Rcs: il mercato scommette su una controfferta

(Teleborsa) – Seduta eccezionale per le azioni Rcs, che hanno terminato gli scambi con un balzo del 4,72%, portandosi sui massimi da metà gennaio. A galvanizzare il titolo la possibilità di un ritocco dell’offerta pubblica di scambio lanciata da Urbano Cairo, ma anche una possibile controfferta.

Molte le ipotesi al vaglio degli investitori, con Diego Della Valle e Alberto Nagel tra le più citate dalla stampa. Proprio ieri il patron di Tod’s, primo azionista di Rcs, ha dichiarato di essere disposto ad incrementare la propria quota e di non appartenere a nessun blocco. “Per quanto mi riguarda non sto in nessun blocco. Ci sono compagni di percorso con cui lo scorso anno abbiamo fatto un patto di qualche giorno per il consiglio e dare stabilità alla Rizzoli che non aveva. A questo punto starei a vedere se quel piano porta risultati o meno”. Inoltre Della valle ha definito non congrua l’offerta di Cairo.

L’amministratore delegato di Mediobanca, invece, sembrerebbe intenzionato a creare una cordata.

Intanto si avvicina la scadenza per il deposito dell’offerta pubblica di scambio lanciata da Cairo, che dovrà essere effettuato entro il 28 aprile, giorno in cui è in programma anche l’assemblea annuale degli azionisti di Rcs.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Brilla Rcs: il mercato scommette su una controfferta