Brilla Milano insieme agli altri mercati europei

(Teleborsa) – Brillante Piazza Affari, che si allinea all’ottima performance delle principali borse europee. I mercati americani, intanto, galoppano e l’S&P-500 avanza del 2,40%. I listini azionari chiudono una settimana di forti tensioni, preoccupati dall’andamento dell’inflazione e dalla guerra in Ucraina. Restano alte le preoccupazioni sulle possibili mosse più restrittive da parte della Federal Reserve. A fare da assist al rimbalzo sono state le notizie giunte dalla Cina, dove Pechino punta ad allentare le restrizioni per il Covid

Sul mercato valutario, l’Euro / Dollaro USA mostra un timido guadagno, con un progresso dello 0,27%. Seduta in frazionale ribasso per l’oro, che lascia, per ora, sul parterre lo 0,68%. Pioggia di acquisti sul petrolio (Light Sweet Crude Oil), che mostra un guadagno del 3,73%.

Balza in alto lo spread, posizionandosi a +190 punti base, con un incremento di 6 punti base, con il rendimento del BTP decennale pari al 2,85%.

Nello scenario borsistico europeo vola Francoforte, con una marcata risalita del 2,10%, brilla Londra, con un forte incremento (+2,55%); ottima performance per Parigi, che registra un progresso del 2,52%. Sessione euforica per Piazza Affari, con il FTSE MIB che mostra in chiusura un balzo del 2,05%; sulla stessa linea, in forte aumento il FTSE Italia All-Share, che con il suo +2,09% termina a quota 26.245 punti.
Nella Borsa di Milano, il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 2,2 miliardi di euro, in calo di 323,9 milioni di euro, rispetto ai 2,52 miliardi della vigilia; i volumi si sono attestati a 0,57 miliardi di azioni, rispetto ai 0,61 miliardi precedenti.

Su 440 titoli azionari trattati in Piazza Affari, 125 hanno terminato la seduta con una flessione, mentre i rialzi sono stati 308. Invariate le rimanenti 7 azioni.

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Saipem (+9,29%), DiaSorin (+6,39%), STMicroelectronics (+6,03%) e Amplifon (+5,97%).

Le peggiori performance, invece, si sono registrate su Unipol, che ha chiuso a -8,25%.

Spicca la prestazione negativa di Inwit, che scende dell’1,27%.

Pensosa Banco BPM, con un calo frazionale dello 0,78%.

Tentenna Nexi, con un modesto ribasso dello 0,73%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Carel Industries (+13,66%), Biesse (+11,57%), Antares Vision (+11,11%) e GVS (+10,56%).

I più forti ribassi, invece, si sono verificati su Intercos, che ha archiviato la seduta a -5,92%.

In apnea Seco, che arretra del 3,69%.

Tonfo di UnipolSai, che mostra una caduta del 3,17%.

Banca Ifis scende del 2,65%.

Tra i dati macroeconomici rilevanti:

Venerdì 13/05/2022
08:45 Francia: Prezzi consumo, annuale (atteso 4,8%; preced. 4,5%)
08:45 Francia: Prezzi consumo, mensile (atteso 0,4%; preced. 1,4%)
09:00 Spagna: Prezzi consumo, mensile (atteso -0,1%; preced. 3%)
09:00 Spagna: Prezzi consumo, annuale (atteso 8,4%; preced. 9,8%)
11:00 Unione Europea: Produzione industriale, mensile (atteso -2%; preced. 0,5%).