Brexit, ultimatum UE a Johnson: 12 giorni per presentare piano

(Teleborsa) – Londra ha 12 giorni per presentare una proposta scritta sulla Brexit. Bruxelles mette il Premier britannico Boris Johnson davanti a una tempistica precisa, cioè fino alla fine di settembre, per presentare le sue proposte altrimenti “è tutto finito”: queste le parole, riportate dalla Bbc, del Premier finlandese e Presidente di turno dell’Unione Europea, Antti Rinne, che ha parlato a Parigi, dopo aver incontrato il Presidente francese Emmanuel Macron. “Siamo stati entrambi d’accordo sul fatto che è arrivato il momento che Johnson produca per iscritto le sue proposte, se esistono – ha detto. Se non avremo ricevuto proposte entro la fine di settembre, allora è finita”. Una fonte di Downing Street, rispondendo alla Bbc, si è limitata a ribadire che le proposte britanniche saranno fatte “a tempo debito”.

Johnson, dal canto suo, ha sempre dichiarato di ritenere che il vertice dell’Unione Europea del prossimo 17 ottobre fosse la sede più appropriata per raggiungere una intesa di divorzio ordinata con Bruxelles, ma di essere comunque pronto a portare il Regno Unito fuori dall’Unione alla scadenza del 31 ottobre, anche a costo di un No Deal, lo scenario più temuto.

Nel frattempo, cresce l’attesa per il pronunciamento – atteso a ore – della Corte Suprema britannica,chiamata ad esprimersi, con giudizio inappellabile, sulla legittimità o meno della sospensione dei lavori del Parlamento, fino al prossimo 14 ottobre, che potrebbe dunque sancirne la riapertura.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Brexit, ultimatum UE a Johnson: 12 giorni per presentare piano