Brexit, Theresa May ottiene fiducia del Parlamento e avvia il dialogo

(Teleborsa) – Dopo aver incassato il no all’ accordo sulla Brexit raggiunto lo scorso novembre rigettato dalla Camera dei Comuni con un pesante scatto,Theresa Maytira un piccolo sospiro di sollievo (per ora), salvandosi dalla mozione di sfiducia presentata dal leader laburista Jeremy Corbyn, respinta con 325 voti contro 306. Il governo ha dunque retto mantenendo la maggioranza seppur per soli 19 voti. Niente nuove elezioni, dunque, ma la signora di Downing Street deve fare i conti con missione più difficile da compiere: realizzare la Brexit “ordinata”. I 118 conservatori ribelli e i 10 alleati unionisti nordirlandesi che 24 ore prima avevano votato contro il suo accordo, mandando l’esecutivo sotto di 230 voti aprendo a una disfatta senza precedenti, si sono riallineati.

MAY: “AVANTI CON LA BREXIT” – La premier britannica ha quindi annunciato che avvierà una serie di incontri “con uno spirito costruttivo” invitando gli altri a fare lo stesso. Poi lunedì prossimo, 21 gennaio, tornerà di nuovo alla Camera dei Comuni per presentare il piano B, alla luce di quello che sarà emerso dagli incontri.

Corbyn apre al dialogo con condizione: “Discutiamo ma via dal tavolo il no deal” – Nel frattempo, il leader dell’opposizione laburista britannica, Jeremy Corbyn, apre al dialogo ma ha chiesto alla premier Tory di “togliere dal tavolo” qualunque ipotesi di divorzio no deal dall’Ue.

Le reazioni dell’UeMerkel e Macron sembrano pronti a concedere tempo a Londra, ma non a riaprire i negoziati. E anche l’Ue ribadisce: “L’accordo non può essere rinegoziato”.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Brexit, Theresa May ottiene fiducia del Parlamento e avvia il dia...