Brexit, Theresa May di nuovo alle prese con Juncker

(Teleborsa) – Nonostante i funzionari inglesi e quelli europei stiano lavorando a un nuovo testo per la parte più ostica dell’accordo sulla Brexit, il tempo scorre inesorabilmente e restano poco meno di cinque settimane alla scadenza fissata del 29 marzo. Un portavoce della Commissione europea ha confermato che la Premier britannica Theresa May domani, 20 febbraio, incontrerà a Bruxelles il Presidente della Commissione europea Jean Claude Juncker.

L’assenza di un accordo, comunemente nota come scenario “no deal”, se non colmata in fretta, si ripercuoterebbe pesantemente sull’economia britannica: secondo gli economisti cresce infatti il rischio di recessione, ma a ricevere un duro colpo sarebbero in primis la sterlina, per cui si prevede un calo del 25%, ed i prezzi delle case, attesi in picchiata del 30%.

Altro problema che la May deve affrontare con estrema urgenza è quello della frammentazione interna al Parlamento. Oltre alle defezioni all’interno al suo partito, il primo ministro è alle prese con un gruppo di sette laburisti che si sono separati dal partito di opposizione per formare un nuovo movimento, cui potrebbero unirsi i tory “dissidenti”, spostando gli equilibri e complicando i calcoli della May sulla Brexit.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Brexit, Theresa May di nuovo alle prese con Juncker