Brexit, sfuma accordo a luglio: intesa ancora lontana

(Teleborsa) – Niente accordo sul dopo Brexit entro fine luglio, come il Governo di Boris Johnson auspicava, ma porte ancora aperte sulla possibilità di un’intesa con l’UE “per settembre”. Lo ha detto il Capo negoziatore britannico, David Frost, in una nota diffusa a conclusione di un nuovo round di colloqui, a Londra, con il team guidato dall’omologo di Bruxelles, Michel Barnier.

Frost rivendica comunque progressi su alcuni punti accreditando un approccio più flessibile alla controparte, ma ammette che vi sono ancora distanze significative. E riferisce che “colloqui informali” riprenderanno a Londra il 17 agosto.

Più scettico il Capo negoziatore europeo per il quale un accordo sulle relazioni post Brexit fra Bruxelles e Londra resta al momento “poco probabile”: imputando le difficoltà alle “posizioni inaccettabili” del governo britannico sulla pesca e al “rifiuto attuale” d’impegnarsi per garantire l’allineamento normativo (o level playing field) che l’Ue invoca nel timore di atti di concorrenza sleale, Barnier evoca comunque “una intensificazione delle nostre discussioni” e incontri diretti fra i leader perché “ciò che dice Boris Johnson per noi conta”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Brexit, sfuma accordo a luglio: intesa ancora lontana