Brexit sempre più difficile. Pronto un piano B?

(Teleborsa) – La Brexit fa perdere il sonno al Premier inglese Theresa May.

Dopo la lunga lotta e il referendum per far uscire la Gran Bretagna dall’Unione Europea, Londra starebbe valutando un piano B nel caso le trattative con Bruxelles sul fronte commerciale non andassero come sperato. Lo riportano alcune indiscrezioni di Bloomberg che spiegano che il piano che, non sarebbe quello desiderato dal Regno Unito, consisterebbe nel blocco dei pagamenti promessi all’Europa.

Una mossa questa che i leader europei avrebbero già considerato, vagliando anche l’ipotesi di sanzionare il Regno Unito qualora dovesse indebolire l’economia europea dopo la Brexit. Sulla questione dell’uscita disordinata del Regno Unito dall’UE è intervenuto anche S&P Global Ratings che lanciato l’allarme sulla Brexit “disordinata” chepotrebbe costare cara al rating della Gran Bretagna.

La prossima settimana il Premier Theresa May terrà un discorso nel quale descriverà una bozza della propria proposta sugli scambi commerciali, ma già c’è chi intravede una rottura delle trattative a causa della posizione intransigente del Premier britannico, come annunciato dal capo negoziatore dell’Unione europea per la Brexit, Michel Barnier, secondo il quale l’accordo su una transizione “soft” non è per nulla scontato.

Intanto, mentre si attendono le parole di Theresa May, nel Paese ha avuto inizio il movimento anti-Brexit. Un nuovo partito a favore dell’Unione Europea punta a raccogliere voti nelle elezioni amministrative di maggio, mentre un altro gruppo prepara una campagna pubblicitaria in tutto il Paese. Le strategie sono diverse ma l’obiettivo rimane lo stesso: rallentare la Brexit che il Governo ha ormai messo in moto.

Intanto la Borsa di Londra è penalizzata dalle indiscrezioni, il FTSE 100  è l’unico indice europeo che si mostra in ribasso, al contrario degli altri eurolistini che viaggiano in territorio positivo


© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Brexit sempre più difficile. Pronto un piano B?