Brexit, Ryanair limita il diritto di voto degli azionisti extra-UE

(Teleborsa) – Dal primo gennaio tutte le azioni ordinarie Ryanair detenute da cittadini extra-UE, compresi quelli del Regno Unito, saranno trattate come azioni vincolate e nessun loro detentore avrà il diritto di partecipare, parlare o votare in alcuna assemblea della compagnia low-cost.

La società irlandese, a seguito dell’accordo raggiunto sulla Brexit, ha infatti confermato la mossa annunciata a marzo 2019 per proteggere le sue licenze di compagnia aerea europea dopo il periodo di transizione.

Queste risoluzioni rimarranno in vigore fino a quando il Consiglio della società non determinerà che la proprietà e il controllo di Ryanair non sono più a rischio di perdere le licenze aeree per l’accesso al mercato europeo. Ryanair, lo scorso febbraio, aveva reso noto che la compagnia aerea era di proprietà di azionisti UE al 55%, mentre gli azionisti con sede in Gran Bretagna controllavano circa il 20% delle azioni.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Brexit, Ryanair limita il diritto di voto degli azionisti extra-UE