Brexit, preoccupa nodo Irlanda. Sassoli: Regno Unito rispetti patti o gravi conseguenze

(Teleborsa) – I negoziati sulla Brexit continuano a preoccupare Bruxelles. Anche il presidente del Parlamento europeo David Sassoli ha esternato la propria apprensione in merito alle trattative che sono entrate oggi nella loro fase finale

“Tra 114 giorni, il diritto comunitario non sarà più applicabile nel Regno Unito. Il tempo non è dalla nostra parte e francamente sono profondamente preoccupato, considerando la mancanza di progressi nei negoziati in questa fase avanzata”, ha dichiarato.

A creare grattacapi alle autorità europee l’ammissione odierna da parte del governo di Londra di una “limitata” violazione del diritto internazionale in merito all’eventuale approvazione di una legge interpretativa – l’Internal Market Bill che dovrebbe essere presentato domani in Parlamento – dell’accordo di divorzio sottoscritto con l’Ue nei mesi scorsi a suggello della Brexit sulla delicata questione del protocollo che impegna a garantire il mantenimento di un confine senza barriere fra Irlanda e Irlanda del Nord.

In sintesi, come ha spiegato oggi in commissione Giustizia alla Camera dei Comuni il ministro dell’Irlanda del Nord del Governo di Boris Johnson, Bob Neill, si tratterebbe di una norma che rimette al Parlamento britannico “il potere di disapplicare l’articolo 4” del protocollo sull’Irlanda “in certe circostanze definite molto strettamente”, qualora non si arrivi a un’intesa commerciale con l’Ue sulle relazioni future post Brexit.

“L’Ue rispetta la sovranità del Regno Unito e ci aspettiamo che il Regno Unito rispetti i nostri principi fondamentali su cui siamo stati trasparenti e chiari fin dall’inizio. Pur non volendo un accordo ad ogni costo, esortiamo il Regno Unito a lavorare con noi in maniera costruttiva e a trovare dei compromessi che siano nell’interesse di entrambe le parti”, ha sottolineato il Presidente del Parlamento europeo

“Per quanto riguarda l’attuazione dell’accordo di recesso, la fiducia e la credibilità sono fondamentali. Ci aspettiamo che il Regno Unito rispetti pienamente gli impegni che ha negoziato e sottoscritto l’anno scorso, soprattutto per quanto riguarda i diritti dei cittadini e l’Irlanda del Nord. I patti noi ci auguriamo che vengano rispettati. Qualsiasi tentativo da parte del Regno Unito di minare l’accordo avrebbe gravi conseguenze”, ha aggiunto Sassoli.

Che ha concluso: “L’Unione, con le sue istituzioni e gli Stati membri, sono impegnati e profondamente uniti per un accordo giusto in favore dei cittadini europei e britannici. Confermiamo tutto il nostro sostegno e la nostra fiducia al negoziatore Michel Barnier. Stiamo seguendo con grande preoccupazione questa fase e valuteremo le iniziative che nei prossimi giorni verranno adottate”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Brexit, preoccupa nodo Irlanda. Sassoli: Regno Unito rispetti patti o ...