Brexit, “Piano B” della May uguale all’accordo originale senza “backstop”

(Teleborsa) – Niente colpi di scena all’orizzonte: l’accordo sulla Brexit dovrebbe rimanere uguale alla versione originale, salvo l’impegno a cercare di aggirare il backstop, così da convincere anche i Tory dissidenti ed i nordirlandesi del DUP ad appoggiare l’uscita.

Sarebbe questo, secondo fonti governative citate dai media inglesi, il “Piano B” che Theresa May porterà questo pomeriggio, 21 gennaio, all’attenzione della Camera Bassa.

Niente spazio dunque alle opposizioni, che attendono la nuova proposta da parte della Premier britannica, dopo la bocciatura del primo accordo siglato con l’Ue da parte dei Comuni.

Che anche il Piano B fosse fortemente a rischio era chiaro sin dall’inizio, anche quando non si parlava dei dettagli, mentre l’ipotesi “No deal” resta sempre in primo piano e quella di un referendum bis divide il partito di Corbyn.

Labour, l’ultimatum di Corbyn – Se la Premier non accetta un compromesso su una nuova proposta di accordo per una Brexit più soft che includa la permanenza del Regno nell’unione doganale, il Labour – ha detto il leader dell’opposizione – è pronto a presentare una nuova mozione di sfiducia per arrivare a elezioni anticipate ma anche a valutare l’opzione di “una nuova consultazione pubblica”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Brexit, “Piano B” della May uguale all’accordo origi...