Brexit, nessuno vuole chiudere la porta. Barnier: è l’ora della verità

(Teleborsa) – Unione europea e Regno Unito si sforzano di mantenere uno spiraglio aperto per un accorto last minute. Da entrambe le parti, infatti, non traspare molta fiducia ma nessuno sembra voler chiudere la porto.

“E’ il momento della verità, resta poco tempo, qualche ora utile nei negoziati per garantire l’entrata in vigore dell’accordo il 1 gennaio”, ha detto il caponegoziatore per la Ue Michel Barnier al Parlamento Ue, ricordando come la presidente della Commissione Ue von der Leyen abbia suggerito la possibilità per un accordo ancora c’è. “Dobbiamo prendere decisioni e ognuno deve assumersi le sue responsabilità. Io mi assumerò la mia nel rispetto del mandato dei 27”.

“Sono stati i britannici a fissare un termine stretto per l’uscita, hanno rifiutato ogni proroga del periodo di transizione”, ha aggiunto facendo riferimento alla proposta Ue di prolungarlo fino a giugno. Intanto da Londra, il premier Boris Johnson ha spiegato che il governo britannico mantiene “la porta aperta” ma che “ci sono cose che sembrano difficili da risolvere. C’è un divario che va colmato”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Brexit, nessuno vuole chiudere la porta. Barnier: è l’ora della...