Brexit, Moretta (commercialisti): “Rafforzare relazioni commerciali Italia- Gran Bretagna”

(Teleborsa) – Tutelare e rafforzare le relazioni economiche con la Gran Bretagna nonostante la Brexit, perché ben 43mila aziende italiane sono impegnate lì per un giro d’affari di 40 miliardi, che neanche il Covid ha intaccato. La Gram Bretagna rappresenta dunque “una grande opportunità per imprese e professionisti”. E’ quanto affermato da Vincenzo Moretta, presidente dell’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Napoli, aprendo la XX edizione di “Spring in Naples”, il simposio di Fiscalità Internazionale e Comunitaria.

Il tema di quest’anno è appunto la Brexit ed i suoi riflessi, in ambito fiscale, doganale e civile. “La convinzione è che, malgrado le difficoltà crescenti- afferma Moretta – si debba fare il possibile per preservare e anche rafforzare questi rapporti economici”.

Jill Morris, ambasciatore britannico in Italia, ha evidenziato che il Regno Unito “continuerà a sostenere il mercato libero e l’economia aperta, consapevole che i benefici in questo mondo iperconnesso superano ampiamente le complessità. Economia, salute e clima sono obiettivi comuni, la Gran Bretagna come l’Italia giocherà un ruolo fondamentale per una crescita sostenibile”.

Steven Sprague, presidente nazionale della Camera di Commercio Britannica per l’Italia, parla di un “ritorno alla normalità”, ma ammette che “il vero punto critico resta la fiscalità nelle dogane” e si accumulano “ritardi nelle consegne e nelle spedizioni” soprattutto per i settori agroalimentare e sanitario.

Secondo Salvatore Tramontano, consigliere Odcec Napoli, il referendum sulla Brexit “è stato un evento traumatico per gli inglesi ma anche per gli europei”, ma l’Italia ha “una grande tradizione di relazioni, assolutamente da conservare”.

Per Mario Nussi, presidente Aipsdt – Associazione italiana professori e studiosi di diritto tributario, “il tema scelto non è semplice, ma è fondamentale che se ne parli perché lo scenario mondiale sta cambiando rapidamente”. Marcello Minenna, direttore generale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, ha ricordato che “stiamo vivendo un momento delicato”ve che “prima del Covid c’è stata una guerra commerciale che ha lasciato il segno”.

Al webinar è intervenuto anche Michele Garrubba, direttore regionale dell’Agenzia delle Entrate della Campania, che ha messo in piedo un punto di assistenza, “Info Brexit”, per rispondere a quesiti di natura legale, fiscale ed economica. Mentre Giancarlo Trotta, comandante Comando Regionale Campania Napoli GdF, ha rimarcato che “la Brexit è l’argomento più discusso nello scenario internazionale, che intercetta molti ambiti di intervento come la lotta al riciclaggio e al crimine”.

Michele de Tavonatti, presidente dell’Odcec Brescia, ha ricordato che “gli Ordini di Brescia e Napoli organizzano i due maggiori convegni di fiscalità e diritto internazionale in Italia”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Brexit, Moretta (commercialisti): “Rafforzare relazioni commerci...