Brexit, Londra precisa: divorzio dall’UE a fine marzo

(Teleborsa) – Separazioni e divorzi in vista anche nel Regno Unito. La Scozia è pronta a chiedere un referendum bis per chiedere l’indipendenza dalla Gran Bretagna. E’ quanto ha annunciato dal Premier scozzese Nicola Sturgeon che a Edimburgo ha spiegato che la prossima settimana avvierà l’iter nel Parlamento locale per arrivare ad un referendum bis sull’indipendenza della Paese dalla Gran Bretagna.

 E’ questa la risposta al via libera alla Brexit da parte di Londra. Il Primo Ministro scozzese ha spiegato che il nuovo referendum dovrebbe tenersi tra la fine del 2018 e l’inizio del 2019, quando i dettagli dell’accordo per la Brexit tra Londra e Bruxelles saranno più chiari.

Ma il Governo inglese non ci sta, spiegando che “il voto causerebbe incertezza”. Downing Street ha ricordato che la secessione fu respinta nel referendum del 2014″. Il Governo May si impegnare a negoziare ora la Brexit “nell’interesse di tutte le nazioni” del Regno Unito.

Londra ha puntualizzato che la notifica formale di recesso dall’Unione europea verrà effettuata solo nell’ultima settimana di marzo. “Siamo stati chiari sul fatto che il primo ministro attiverà l’articolo 50 per la fine di marzo”, ha affermato un portavoce di Downing Street citato dal Financial Times. 

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Brexit, Londra precisa: divorzio dall’UE a fine marzo