Brexit, il Consiglio Europeo appoggia la linea Merkel. Draghi: “Possibile minor crescita dell’Eurozona”

(Teleborsa) – UE unita contro l’Inghilterra. Il Consiglio Europeo ha appoggiato la linea del cancelliere tedesco, Angela Merkel, ovvero fare presto per salvare l’Europa.

Il Parlamento ha chiesto “una implementazione rapida e coerente della procedura di revoca” dell’appartenenza della Gran Bretagna alla UE, dopo la vittoria della Brexit al referendum britannico. A larghissima maggioranza (395 voti a favore, 200 contrari e 71 astenuti) la plenaria straordinaria ha approvato la risoluzione bipartisan. 

Out Out dell’UE. Il presidente della Commissione Jean-Claude Juncker ha avvertito Londra di “non fare giochetti” sottolineando la necessità di “un chiarimento” britannico. “Vorrei che la Gran Bretagna rispettasse la volontà del popolo britannico senza nascondersi dietro giochi a porte chiuse”, ha detto Juncker. 

Linea dura di Berlino: Nessun colloquio senza richiesta d’uscita. “Prendiamo atto che la Gran Bretagna non ha ancora presentato richiesta formale di uscita, ma la Gran Bretagna prenda atto che nessun colloquio informale potrà partire prima”, ha detto Angela Merkel aggiungendo che “il quadro delle procedure per l’uscita è già tracciato nell’articolo 50 del trattato di Lisbona”.

Sulla Brexit è intervenuto nuovamente il presidente della BCE, Mario Draghi. Il numero uno dell’Eurotower pur sottolineando che gli effetti sono difficili da prevedere, ha avvertito che potrebbero causare una crescita più bassa dello 0,3-0,5% nei prossimi 3 anni nell’area Euro.

Brexit, il Consiglio Europeo appoggia la linea Merkel. Draghi: “...