Brexit, i 27 si preparano alla seconda fase delle trattative

(Teleborsa) – Le trattative sulla Brexit sono ad un passo dalla seconda fase. Il “quasi” via libera è arrivato oggi per bocca di Donald Tusk, al termine del vertice UE. “Le conclusioni sulla Brexit sono state adottate. I leader dell’Unione Europea si preparano alla seconda fase” ha dichiarato il Presidente della Commissione Europea su Twitter.

Ciò significa che Londra e Bruxelles sono riuscite a trovare, almeno in linea di massima, la quadra sulle tre questioni cruciali per il passaggio al round successivo, ossia diritti dei cittadini europei che risiedono nel Regno Unito, confini dell’Irlanda del Nord e obblighi finanziari della Gran Bretagna nei confronti dell’UE.

Il condizionale, comunque, è d’obbligo. Parlando con i cronisti Tusk ha precisato che i progressi “non sono sufficienti” per avviare le trattative commerciali, ma è sbagliato parlare di totale chiusura. “La mia impressione è che le notizie sulle relazioni tra UE e Regno Unito siano state esagerate” ha dichiarato il numero uno della Commissione. 

Sembra comunque chiaro che l’unico punto a creare ancora qualche problema è la cosiddetta “divorce bill”, o “Brexit bill”, ossia l’onere che Londra dovrà accollarsi per salutare definitivamente l’UE.

Nella conferenza stampa al termine della due giorni di summit la Premier britannica Theresa May ha spiegato che tutto sarà comunicato nell’accordo finale. “Ve l’ho già detto: onoreremo tutti gli impegni finanziari presi durante la nostra permanenza nella Comunità europea”, ha spiegato, precisando però che questi impegni devono ancora essere analizzati “linea per linea” perché questo è un dovere nei confronti dei contribuenti britannici.

Brexit, i 27 si preparano alla seconda fase delle trattative