Brexit, Bruxelles spegne l’entusiasmo per un possibile accordo sulla “bill”

(Teleborsa) – Si stempera l’entusiasmo per un possibile accordo tra Londra e Bruxelles sulla “Brexit bill”, ossia l’onere finanziario che la Gran Bretagna si dovrà accollare per uscire dall’Unione Europea.

Secondo rumors di stampa circolati ieri sulla stampa britannica la cifra da versare sarebbe di 50 miliardi di euro, 10 miliardi in meno di quelli richiesti dall’UE.

Tuttavia oggi Michel Barnier, capo negoziatore per l’Unione, ha smentito che sia stato raggiunto un accordo, aggiungendo che le trattative sono ancora in corso anche sugli altri due punti salienti di questa “fase 1” di negoziati, ossia i diritti dei cittadini europei che risiedono nel Regno Unito e i confini con l’Irlanda.

Di diverso avviso la Premier Theresa May, che vuole chiudere i giochi lunedì, quando vedrà a Bruxelles sia Barnier che il Presidente della Commissione Europea Jean Claude Juncker.

Prima di quel giorno, precisamente il 1° dicembre, diplomatici europei specializzati in Brexit si incontreranno per analizzare le proposte di Londra e per avviare colloqui con la controparte che si dovrebbero protrarre per tutto il fine settimana.

Brexit, Bruxelles spegne l’entusiasmo per un possibile accordo sulla “bill”
Brexit, Bruxelles spegne l’entusiasmo per un possibile accordo s...