Brexit, altro schiaffo per il governo May dalla Camera dei Lord

(Teleborsa) – Altra sconfitta per il governo di Theresa May, promotore della Brexit, cioè della procedura di uscita della Gran Bretagna dall’UE, approvata con il clamoroso referendum dell’anno scorso.     

A pochissimi giorni dall’approvazione di un emendamento volto a garantire i diritti dei cittadini europei residenti in Regno Unito, la Camera dei Lord vota con una larga maggioranza a favore del diritto di veto del Parlamento sulla Brexit. La mozione è passata con 366 voti a favore e 268 contrari. 

La decisione della Camera Alta implica che, fra due anni, quando finalmente il governo dei Tories sarà riuscito a mettere a punto i faticosissimi negoziati con l’UE su un nuovo accordo di interscambio e sulla definitiva uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea, il Parlamento avrà un diritto di veto su tale negoziato e potrà anche modificarlo se necessario. 

In realtà la May aveva già promesso che l’accordo con l’UE sarebbe passato al voto in Parlamento, ma la votazione avrebbe dovuto essere sull’intero pacchetto, del tipo sì o no, senza entrare nel merito. La mozione approvata ora, invece, prevede un esame sostanziale dell’accordo raggiunto ed, eventualmente, una successiva revisione in tutto o in parte del negoziato. 

Si tratta dell’ennesima sconfitta per il governo dei Tories, che ora conta di ribaltare la situazione alla Camera dei comuni, dove ha la maggioranza, seppur risicata. E proprio questa piccola maggioranza ed i segnali di disagio all’interno della stessa stanno impensierendo la May, che potrebbe anche incorrere in un voto di sfiducia in caso di nuova bocciatura alla Camera bassa.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Brexit, altro schiaffo per il governo May dalla Camera dei Lord