Brexit al voto: sfida su gioca sulla Brexit. L’Europa sta a guardare

(Teleborsa) – Il Regno Unito torna al voto per la terza consultazione nel giro di soli 4 anni. Una sfida che si gioca ancora una volta tutta sulla Brexit e che vede contrapposti i liberaldemocratici di Jeremy Corbyn, sostanzialmente filo-europeisti, ed il Brexit Party di Boris Johnson. Il Premier Johnson ha cavalcato una campagna elettorale breve, ma intensa, percorrendo in su ed in giù la Gran Bretagna sotto l’egida dello slogan “Get Brexit done”.

I seggi si sono aperti alle 7 di stamattina e si chiuderanno alle 22, in un rigoroso silenzio elettorale. Johnson ha votato regolarmente stamattina, entrando in compagnia del suo cane presso il seggio di Westminster. Anche il leader dell’opposizione laburista, Jeremy Corbyn, ha votato in mattinata in un quartiere a Nord di Londra, accompagnato dalla moglie Laura Alvarez.

LE PREVISIONI DANNO A BOJO LA VITTORIA IN TASCA – A meno di sorprese dell’ultimo minuto e ribaltoni, il Premier britannico dovrebbe avere la vittoria in tasca, con un consenso che si aggira attorno al 43%. I laburisti sono in seconda posizione con un gradimento del 30%, che unito al 15% dei lib-dem di Jo Swinson potrebbe incidere pesantemente sulla maggioranza parlamentare in caso si avveri l’ipotesi di “hard Brexit”. Si tornerebbe dunque al punto di partenza.

“Rispetto le scelte degli elettori. Aspettiamo e vediamo quale sarà il risultato”., ha affermato prudentemente il presidente del Consiglio europeo Charles Michel, arrivando al vertice europeo a Bruxelles.

LA BREXIT SPAVENTA SOLO I LEADER? Le imprese sembrerebbero non preoccuparsi troppo di quanto sta avvenendo in UK e non ritengono che avranno grandi ripercussioni sul business: secondo una indagine di Promos, per 4 imprese su 10 fra quelle che operano all’estero, la Brexit non avrà conseguenze di rilievo. Il 21% delle imprese pensa che non avrà alcuna conseguenza sul business e il 17% ritiene che saranno pochissime le imprese colpite, mentre un 24% si attende qualche conseguenza negativa. I catastrofisti sono pochi (solo l’8 pensa che avrà conseguenze abbastanza negative per l’8%).

NEANCHE I MERCATI SONO TROPPO ANSIOSI – La reazione dei mercati oggi è abbastanza tranquilla: si aspetta il verdetto e cosa ne conseguirà. La Borsa di Londra nel primo pomeriggio mantiene un guadagno dello 0,32% ed è fra le migliori. La sterlina appare più cauta e scambia a 1,181 contro l’euro (-0,34%) ed 1,3171 contro dollaro (-0,21%).

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Brexit al voto: sfida su gioca sulla Brexit. L’Europa sta a guar...