Brexit, a Bruxelles si tenta il tutto per tutto. Cameron pronto a dar battaglia

(Teleborsa) – Tutta in salita la riunione del Consiglio europeo a Bruxelles per scongiurare la Brexit.

Al termine della prima sessione il premier italiano, Matteo Renzi, ha dichiarato di essere “meno ottimista rispetto a quando sono entrato” e che sull’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea è stato fatto solo “qualche passo indietro”.

Agguerrito David Cameron, che ha parlato di un “negoziato difficile. Vengo a battermi per la Gran Bretagna”. Si presenta così l’inquilino di Downing Street, già pronto ad annunciare la data del referendum per la permanenza del Regno Unito nell’UE dopo la chiusura del vertice europeo. La data più probabile sembra essere il 23 giugno.

Migranti, maggiori garanzie per i Paesi non appartenenti all’euro, misure per aumentare la competitività e misure per rafforzare i poteri dei Parlamenti nazionali: questi gli argomenti principali della discussione, con Cameron sempre più deciso: “se si arriva a un buon accordo accetterò, ma non firmerò mai qualcosa che non risponda ai nostri bisogni”. 

Ottimista il presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, secondo il quale i 27 Paesi dell’Unione Europea non hanno altra scelta che trovare un accordo con Cameron.

Brexit, a Bruxelles si tenta il tutto per tutto. Cameron pronto a dar battaglia
Brexit, a Bruxelles si tenta il tutto per tutto. Cameron pronto a dar&...