Brembo, i conti dei primi nove mesi

(Teleborsa) – Brembo ha chiuso i primi nove mesi dell’anno con ricavi consolidati pari a 1,971 miliardi, in calo dell’1,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (-0,9% a perimetro di consolidamento costante).

L’utile netto pari a 176,1 milioni è sceso del 10,7% mentre l’Ebitda è cresciuto del 3,7% a 394 milioni (20% dei ricavi).

Il margine operativo netto (Ebit) è pari a 249,2 milioni (12,6% dei ricavi), in calo del 6,6% rispetto all’analogo periodo del 2018.

Outlook. Brembo ritiene di chiudere l’esercizio “con volumi in lieve calo rispetto all’anno precedente e di poter mantenere una redditività in linea con il 2018”.

“I risultati del terzo trimestre 2019 dimostrano, a fronte del perdurare di una situazione di grande incertezza del mercato automotive globale, la capacita` dell’Azienda di gestire efficacemente le proprie strategie a lungo termine e registrare performance che, seppur in leggero calo, restano superiori alla media del mercato di riferimento – ha commentato il Presidente Alberto Bombassei -. Buoni segnali vengono dai business della Moto, della Performance e dell’Aftermarket, grazie ad un portafoglio prodotti in continua evoluzione per ciascuno di questi settori. E’ importante evidenziare, specialmente in questo contesto, la buona tenuta dei margini”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Brembo, i conti dei primi nove mesi