Brasile, la banca centrale taglia le stime sul PIL

(Teleborsa) – L’outlook della banca centrale brasiliana, per l’economia carioca, è peggiorato nel quarto trimestre, principalmente a causa della incerta situazione politica in cui versa il paese. 

E’ quanto emerge dal rapporto trimestrale sull’inflazione della banca che stima prezzi al consumo, nel 2015, in aumento al 10,8% dal 9,5% rilevato a settembre. Per il prossimo anno, l’istituto centrale ha alzato le sue previsioni di inflazione al 6,2% dal 5,3% stimato in precedenza. 

Ridotte, invece, le aspettative sul PIL, che secondo la banca registrerà una contrazione del 3,6% nel 2015, rispetto alla previsione, rilasciata a settembre, di una discesa del 2,7%. Nel 2016, il Prodotto Interno Lordo scivolerà dell’1,9%.

Secondo l’istituto centrale, “la crescita dell’incertezza politica colpisce la fiducia dei consumatori e ha una ripercussione significativa sulle decisioni di investimento e di spesa”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Brasile, la banca centrale taglia le stime sul PIL