Brasile, inflazione annua supera il 10% a settembre

(Teleborsa) – L’indice dei prezzi al consumo di metà mese del Brasile è stato dell’1,14% a settembre, 0,25 punti percentuali al di sopra del tasso di agosto (0,89%). Questo è il dato più alto da febbraio 2016 il più alto per un mese di settembre dal 1994. Lo ha comunicato l’Instituto Brasileiro de Geografia e Estatística (IBGE). L’indice su base annua è salito al 10,05% dal 9,3% di un mese prima, risultando superiore alla previsione del 9,93% degli analisti.

Si registrano incrementi in otto dei nove gruppi di prodotti e servizi censiti. L’impatto maggiore (0,46 p.p.) e la variazione maggiore (2,22%) provengono dai Trasporti. Il secondo maggior contributo è venuto da Alimenti e bevande (1,27% e 0,27 p.p.), che è cresciuto più del mese precedente (1,02%).

La banca centrale del Paese punta all’inflazione al 3,75% per quest’anno e al 3,5% per il 2022. Il Banco Central do Brasil ha già aumentato il costo del denaro di 425 punti base da marzo, ma mercoledì ha affermato che è necessario un altro aumento di un punto percentuale per contenere l’aumento dei prezzi.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Brasile, inflazione annua supera il 10% a settembre