Brasile, gli analisti tagliano ancora le stime di crescita

(Teleborsa) – Nuova sforbiciata sulle stime di crescita del Brasile da parte degli economisti che citano gli effetti di una profonda e persistente recessione nella più grande economia dell’America Latina.  

Il PIL del paese dovrebbe contrarsi del 3,48% quest’anno, in ulteriore rallentamento rispetto al -3,43% indicato dagli addetti ai lavori soltanto una settimana fa. 

Per il prossimo anno, gli esperti prevedono, invece, che il Prodotto Interno Lordo registrerà una crescita dello 0,7%. Si tratta tuttavia di una espansione più debole di quanto previsto inizialmente (+0,8%).  

Nel terzo trimestre, il PIL è calato del 2,9% annuo, contro la flessione del 3,8% del secondo trimestre e quella del 3,2% attesa dagli analisti. Il dato ha segnato però un peggioramento su base congiunturale: il PIL è sceso dello 0,8% nel terzo trimestre, in linea con il consensus, ma contro il -0,6% del periodo aprile-giugno.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Brasile, gli analisti tagliano ancora le stime di crescita