BPER, utile netto primo trimestre a 48 milioni

(Teleborsa) – Il primo trimestre di BPER si è chiuso con un utile netto pari a 48 milioni dopo avere “spesato integralmente la quota di competenza dell’intervento di sostegno effettuato dallo Schema Volontario del FITD in Banca Carige per 13,3 milioni e il contributo ordinario 2019 al Fondo di Risoluzione Unico Europeo per 23,2 milioni”.

Asset quality in ulteriore miglioramento nel trimestre: stock lordo di NPE sceso sotto la soglia di 7 miliardi, livello più basso registrato dall’inizio del 2012; NPE ratio lordo stabile sul livello di fine anno al 13,8%. Confermato il target in area 11,5% entro la fine dell’anno dopo il completamento delle operazioni con il Gruppo Unipol; default rate annualizzato in significativa riduzione all’1,6% rispetto all’1,9% del 2018; Texas ratio all’83,6% in calo dall’85% di fine 2018.

Solida posizione patrimoniale del Gruppo con un CET1 ratio Fully Phased pari al 12,24% in crescita di 29 bps rispetto all’11,95% di fine 2018. CET1 ratio Phased In al 14,24% ampiamente superiore al requisito SREP fissato dalla BCE per il 2019.

BPER, utile netto primo trimestre a 48 milioni