Bper, Ferrari: nei prossimi mesi possibile l’aggregazioni con altre banche

(Teleborsa) – Il presidente di Bper Banca Pietro Ferrari ha dichiarato che nei prossimi mesi potrebbero esserci delle aggregazioni tra banche in Italia che potrebbero coinvolgere anche il suo istituto di credito. Ferrari ha però sottolineato in un’intervista a Trc, tv regionale dell’Emilia-Romagna, che è importante che si mantenga “sentimentalmente” la sede a Modena, pur avendo il “posizionamento” giusto per “giocare la partita come protagonista”.

Nel corso dell’intervista Pietro Ferrari ha anche commentato la decisione di non ricandidarsi in vista dell’assemblea dei soci del 21 aprile per il rinnovo del CdA. “Non mi sono mai considerato fortunatamente un banchiere, ma un civil servant di una situazione che tre anni fa era completamente diversa per Bper Banca. La banca si è trasformata, è cresciuta bene, con risultati eccezionali, siamo sbarcati con oltre 600 filiali in territorio che non erano presidiati da noi”.

Dopo tre anni, ha dichiarato, “lascio una banca certamente più forte, con uno statuto che dà in mano nuovamente ai soci la decisione su questo, quindi considero il mio un buon percorso ma terminato”. “Ero l’unico presidente imprenditore di tutto il sistema bancario quantomeno dei primi dieci gruppi nazionali – ha aggiunto Ferrari – Ero un po’ un’anomalia. Credo di aver lavorato soprattutto con una grande passione”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bper, Ferrari: nei prossimi mesi possibile l’aggregazioni con al...