BPER Banca rileva Carife l’ultima delle 4 “good bank” salvate

(Teleborsa) – BPER Banca rileva Carife, l’ultima delle 4 “good bank” salvate dallo stato, dopo che UBI ne aveva già acquistate tre. La banca romagnola ha annunciato di aver sottoscritto il contratto di acquisto del 100% del capitale di Nuova Cassa di Risparmio di Ferrara (Nuova Carife) dal Fondo Nazionale di Risoluzione.

Nuova Carife sarà acquisita con un patrimonio netto di Gruppo almeno pari a 153 milioni di euro (il Patrimonio Target), a fronte di un prezzo di acquisto simbolico di 1 euro.

Si tratta – precisa la banca – di una operazione con un solido razionale industriale e finanziario es un rischio di esecuzione estremamente ridotto grazie anche alla vicinanza geografica delle province di Modena (dove BPER Banca ha la sua Direzione Generale) e Ferrara e alla contenuta dimensione relativa di Nuova Carife. L’operazione prevede la realizzazione di rilevanti sinergie di costo e ricavo. Tra le prime, le più importanti riguardano la razionalizzazione della rete sportelli.

Al 31 dicembre 2016 (dati stimati), Nuova Carife presentava impieghi, al netto delle sofferenze e inadempienze probabili oggetto di cessione a terzi (NPL Portfolio), pari a circa 1,6 miliardi, raccolta diretta pari a circa 2 miliardi, raccolta indiretta pari a circa € 1,5 miliardi. Le filiali di Nuova Carife al 31 dicembre 2016 erano 102, di cui l’85% in Emilia Romagna.

L’operazione dovrebbe portare fra l’altro ad una riduzione dell’NPL ratio del Gruppo BPER Banca stimato in circa 50 punti base grazie alla qualità del portafoglio crediti di Nuova Carife costituito pressoché esclusivamente da posizioni in bonis.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

BPER Banca rileva Carife l’ultima delle 4 “good bank&#8221...