BPER, approvate modiche allo statuto per nominare il prossimo board

(Teleborsa) – L’assemblea straordinaria dei soci di BPER Banca ha approvato oggi una serie di modifiche allo statuto che influiranno sulla prossima nomina del board dell’istituto. Tra le altre cose, è stato introdotto nello statuto l’adozione di un criterio di elezione del consiglio di amministrazione di natura proporzionale, fondato sul metodo dei quozienti.

È stata inoltre inserita una soglia di “accesso al riparto” in modo tale che, ferma l’esigenza di legge di assicurare alla prima lista di minoranza la possibilità di esprimere almeno un amministratore, le altre liste di minoranza concorrano alla nomina del consiglio solo qualora abbiano ottenuto voti almeno pari al 5% del capitale con diritto di voto.

Sono stati introdotti anche limiti al collegamento tra liste per assicurare l’effettiva rappresentanza delle minoranze azionarie e impedire, al tempo stesso, che, per effetto del sistema proporzionale, liste di minoranza tra loro collegate si trovino ad esprimere la maggioranza consiliare.

L’assemblea ha anche previsto una deroga al sistema proporzionale se la lista risultata prima per numero di voti ha ottenuto il voto favorevole di più della metà del capitale avente diritto di voto. Cancellate invece la facoltà del consiglio di amministrazione uscente di presentare una lista di candidati per l’elezione dell’organo amministrativo e la figura del presidente onorario. Sarà facoltà del CdA la nomina del comitato esecutivo, mentre il collegio sindacale passerà dall’attuale numero di cinque sindaci effettivi al numero di tre.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

BPER, approvate modiche allo statuto per nominare il prossimo board