Borse USA senza direzione ad inizio giornata

(Teleborsa) – Gli indici americani aprono le contrattazioni sottotono, nonostante la revisione al rialzo del Pil nel secondo trimestre. Se da un lato le richieste di sussidi di disoccupazione sono tornate in salita, dall’altro la riforma fiscale di Trump sembra aver già esaurito i suoi effetti sugli investitori, che continuano a prestare attenzione più alle voci interne alla Fed per ottenere indicazioni sul rialzo dei tassi.

Il Dow Jones si attesta sui valori della vigilia a 22.308,81 punti; sulla stessa linea, incolore lo S&P-500, che continua la seduta a 2.505,18 punti, sui livelli della vigilia. Sotto la parità il Nasdaq 100, che mostra un calo dello 0,40%; guadagni frazionali per lo S&P 100 (+0,38%).

Si distingue nel paniere S&P 500 il settore Energia. Il settore Utilities, con il suo -0,51%, si attesta come peggiore del mercato.

Tra le migliori Blue Chip del Dow Jones, McDonald’s (+1,86%), Du Pont de Nemours (+1,63%), Exxon Mobil (+0,93%) e JP Morgan (+0,61%). Le peggiori performance, invece, si registrano su Wal-Mart, che ottiene -1,35%.

Tra i best performers del Nasdaq 100, Mattel (+1,03%), Applied Materials (+0,72%) e Mondelez International (+0,68%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su Liberty Interactive, che prosegue le contrattazioni a -4,26%.

Borse USA senza direzione ad inizio giornata