Borse si confermano caute. Piazza Affari fa meglio

(Teleborsa) – Bilancio positivo per Piazza Affari, che evidenzia un notevole vantaggio rispetto al resto d’Europa, dopo il rally messo a segno la vigilia sulla ascia dei dati sull’inflazione USA. Focus su trimestrali e dati macro.

L’Euro / Dollaro USA mostra un timido guadagno, con un progresso dello 0,37%. L’Oro è sostanzialmente stabile su 1.791,4 dollari l’oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) continua la sessione in rialzo e avanza a 92,5 dollari per barile.

Lieve miglioramento dello spread, che scende fino a +207 punti base, con un calo di 3 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta al 2,97%.

Nello scenario borsistico europeo Francoforte è stabile, riportando un moderato -0,02%, discesa modesta per Londra, che cede un piccolo -0,28%, e andamento cauto per Parigi, che mostra una performance pari a -0,17%.

Lieve aumento per la Borsa di Milano, che mostra sul FTSE MIB un rialzo dello 0,38%; sulla stessa linea, piccolo scatto in avanti per il FTSE Italia All-Share, che arriva a 24.959 punti.

Buona la prestazione del FTSE Italia Mid Cap (+0,73%); come pure, in rialzo il FTSE Italia Star (+0,78%).

Tra i best performers di Milano, in evidenza Prysmian (+1,60%), DiaSorin (+1,54%), Inwit (+1,47%) e Telecom Italia (+1,46%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Italgas, che ottiene -0,81%.

Pensosa Pirelli, con un calo frazionale dello 0,80%.

Tentenna Leonardo, con un modesto ribasso dello 0,62%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Tamburi (+3,49%), Juventus (+2,84%), Brunello Cucinelli (+2,25%) e Wiit (+2,04%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Ascopiave, che prosegue le contrattazioni a -1,45%.

Si concentrano le vendite su Intercos, che soffre un calo dell’1,37%.

Vendite su Pharmanutra, che registra un ribasso dell’1,30%.

Seduta negativa per Banca MPS, che mostra una perdita dell’1,06%.