Borse proseguono incerte. S&P e IFO zavorrano Milano

(Teleborsa) – Piazza Affari recupera dai minimi, ma si allinea all’impostazione cauta delle altre Borse europee, che hanno accusato il contraccolpo del fallimento della sperimentazione del farmaco anti-coronavirus di Gilead e del pessimo dato dell’IFO. A preoccupate i mercati, specie Milano, è anche l’attesa per la decisione di S&P sul rating tricolore.

L’Euro / Dollaro USA continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,1%. Consolida i livelli della vigilia lo spread, attestandosi a +239 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona all’1,92%. Le aste di CTZ e BTP hanno fatto il tutto esaurito ma a rendimenti in sensibile aumento.

Tra i mercati del Vecchio Continente in rosso Francoforte, che evidenzia un deciso ribasso dello 0,74%, sottotono Londra che mostra una limatura dello 0,64%, debole Parigi, che si adagia poco sotto i livelli della vigilia. A Milano, si muove sotto la parità il FTSE MIB, che scende a 16.971 punti, con uno scarto percentuale dello 0,24%.

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, molto bene STMicroelectronics, che vanta un incisivo incremento del 2,77%.

In primo piano Terna, che mostra un forte aumento del 2,65%.

Decolla Diasorin, con un importante progresso del 2,58%.

In luce Fineco, con un ampio progresso dell’1,78%, che si affranca dall’andamento debole delle altre banche: Unicredit scivola del 2,65%, Banco BPM del 2,18%, BPER del 2,12%.

Spicca la prestazione negativa di Leonardo, che scende dell’1,67%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse proseguono incerte. S&P e IFO zavorrano Milano