Borse positive aspettando le banche centrali

(Teleborsa) – Finale positivo per le principali borse europee con gli investitori che archiviano le tensioni commerciali, seppur momentaneamente, per concentrarsi sulle riunioni di Banca Centrale Europea e Bank of England, in calendario domani. In particolare, dalla banca di Francoforte sono attese indicazioni sulle tempistiche del primo rialzo dei tassi di interesse in Eurolandia e la conferma dell’uscita dal QE a fine anno.

L’Euro / Dollaro USA mostra un timido guadagno, con un progresso dello 0,28%. L’Oro prosegue gli scambi con guadagno frazionale dello 0,64%. Forte rialzo per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che mette a segno un guadagno del 2,40% dopo che sono diminuite oltre attese le scorte americanenell’ultima settimana.

Sale lo spread, attestandosi a 239 punti base, con un incremento di 6 punti base, con il rendimento del BTP decennale pari al 2,79%.

Tra le principali Borse europee Francoforte, porta a casa un rialzo dello 0,52% seguita da Londra, +0,55% e Parigi, +0,92%. Il listino milanese mostra un timido guadagno in chiusura, con il FTSE MIB che ha messo a segno un +0,52%.

Dai dati di chiusura di Borsa Italiana, risulta che il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 1,91 miliardi di euro, in calo del 23,18%, rispetto ai 2,49 miliardi della vigilia; mentre i contratti si sono attestati a 221.313, rispetto ai 288.361 precedenti.

Su 222 titoli azionari trattati in Piazza Affari, 98 hanno terminato la seduta con una flessione, mentre i rialzi sono stati 109. Invariate le rimanenti 15 azioni.

automotive (+3,19%), materie prime (+2,31%) e sanitario (+1,73%) in buona luce sul listino milanese. In fondo alla classifica, sensibili ribassi si sono manifestati nel comparto chimico, che ha riportato una flessione di -0,99%.

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, svetta Fiat Chrysler che segna un importante progresso del 4,40%.

Vola Ferragamo, con una marcata risalita del 4,07% spinta da ipotesi di cessione.

Brilla Saipem, con un forte incremento (+3,69%) sul rialzo del greggio.

Ottima performance per Ferrari, che registra un progresso del 2,62%. I più forti ribassi, invece, si sono verificati su STMicroelectronics, che ha archiviato la seduta a -4,06%.

Vendite a piene mani su Prysmian, che soffre un decremento del 3,45% sulla notizia che la messa in servizio e il collaudo del collegamento in cavo tra la Scozia e il Galles (WesternLink interconnection) sono stati “temporaneamente interrotti”a causa delle verifiche che sono state avviate in relazione ad un problema verificatosi nella sezione terrestre del collegamento.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Reply (+4,39%), Inwit (+3,33%), Amplifon (+3,19%) e Zignago Vetro (+3,00%).

Borse positive aspettando le banche centrali