Borse più prudenti al giro di boa e dopo inflazione USA

(Teleborsa) – Milano e le altre borse europee si confermano prudenti a metà giornata, anche dopo il dato sull’inflazione USA, che conferma un’accelerazione in linea con le attese. I future USA intanto mostrano segnali positivi, anticipando una buona partenza per la borsa americana.

Seduta in lieve rialzo per l’Euro / Dollaro USA, che avanza a quota 1,237. Sulla parità lo spread, che rimane a quota 136 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona all’1,98%.

Tra le principali Borse europee contrazione moderata per Francoforte, che soffre un calo dello 0,22%, sottotono Londra che mostra una limatura dello 0,42%, poco mossa Parigi, che mostra un +0,14%. A Milano, il FTSE MIB è sostanzialmente stabile e si posiziona su 22.795 punti.

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Unipol (+3,49%), dopo l’upgrade a Buy di kepler Cheuvreux. 

Bene Italgas (+2,43%), dopo i conti 2017 ed i giudizi degli analisti.

in denaro ENI (+1,43%) e UnipolSai (+1,18%).

La peggiore si conferma Mediaset, che continua la seduta con -3,51%, per effetto di realizzi e della bocciatura di JP Morgan.

Dimessa Atlantia, che si adagia poco sotto i livelli della vigilia.

Fiacca Telecom Italia, che mostra un piccolo decremento dello 0,93%.

Discesa modesta per Buzzi Unicem, che cede un piccolo -0,9%.

Borse più prudenti al giro di boa e dopo inflazione USA