Borse incerte in avvio di settimana. Piazza Affari apre in rosso

Esordio debole per le borse europee e per Milano, che esprimono così cautela all’inizio di una settimana cruciale, che culminerà con la pubblicazione del Job Report nella giornata di venerdì.

A paralizzare le borse europee anche l’incertezza dei mercati asiatici, a causa dei rinnovati segnali di crisi dell’economia cinese. 

Sul valutario, l’Euro / Dollaro USA scambia in calo dello 0,21%. Sui livelli della vigilia lo Spread, che si mantiene a 113 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona all’1,77%.

Tra gli indici di Eurolandia, si muove sotto la parità Francoforte, evidenziando un decremento dello 0,38%, in rosso Londra, che soffre un calo dello 0,44%, sottotono Parigi, che mostra una flessione dello 0,53%. Si muove in frazionale ribasso anche Piazza Affari, con il FTSE MIB che sta lasciando sul parterre lo 0,55%.

In questa pessima giornata per la Borsa di Milano, nessuna Blue Chip mette a segno una performance positiva.

Le più forti vendite si registrano su Exor, che mostra una perdita dell’1,34%. Vendite anche su Fiat Chrysler Automobiles, che registra un ribasso dell’1,28%, tornando a risentire dei potenziale impatto dello scandalo Volkswagen sul mercato dell’auto. 

Seduta negativa per Finmeccanica, che chiude gli scambi con una perdita dell’1,21%, dopo aver annunciato venerdì di aver dasto il via al riassetto del gruppo con l’incorporazione di una serie di società controllate.

Sotto pressione Telecom Italia, che accusa un calo dell’1,18%, dopo che il CdA ha deciso di valorizzare la sua partecipazione nella controllata Inwit, che oggi guadagna l’1,32%.

Borse incerte in avvio di settimana. Piazza Affari apre in rosso
Borse incerte in avvio di settimana. Piazza Affari apre in rosso