Borse immobili in attesa della BCE e dati USA

(Teleborsa) – Borse ferme aspettando le minutes della BCE, dopo una mattinata di alti e bassi. Occhi puntati anche ad una serie di dati macro USA, fra cui il PIL.

Lieve calo dell’Euro / Dollaro USA, che scende a quota 1,12. In salita lo spread, che arriva a quota +178 punti base, con un incremento di 5 punti base, con il rendimento del BTP decennale pari all’1,28%.

Tra i mercati del Vecchio Continente senza slancio Francoforte, che negozia con un +0,2%, pensosa Londra, con un calo frazionale dello 0,40%, e guadagno moderato per Parigi, che avanza dello 0,21%. Prevale la cautela a Piazza Affari, con il FTSE MIB che continua la seduta con un leggero calo dello 0,30%.

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Nexi (+2,61%), Diasorin (+1,70%), Amplifon (+0,98%) e Terna (+0,83%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Campari, che prosegue le contrattazioni a -4,08%.

Affonda Ferragamo, con un ribasso del 3,17%.

Sotto pressione Unicredit, con un forte ribasso dell’1,90%.

Soffre Moncler, che evidenzia una perdita dell’1,78%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Cattolica Assicurazioni (+36,73%), Banca MPS (+3,48%), Italmobiliare (+2,50%) e ASTM (+2,11%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Maire Tecnimont, che segna un -4,66%.

Crolla Autogrill, con una flessione del 3,60%.

Vendite a piene mani su Ferragamo, che soffre un decremento del 3,17%.

Pessima performance per Brunello Cucinelli, che registra un ribasso del 2,98%.

(Foto: © Luca Ponti | 123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse immobili in attesa della BCE e dati USA