Borse ferme: silenzio…La parola a Trump

(Teleborsa) – Continua all’insegna dell’incertezza la seduta dei listini azionari europei. Gli investitori sono in attesa di ascoltare il discorso di di Donald Trump che oggi si insidierà alla Casa Bianca come 45° Presidente degli Stati Uniti.

Anche Piazza Affari rimane sui livelli della vigilia.

Sul valutario, l’Euro / Dollaro USA continua la seduta poco sotto la parità, con un calo dello 0,23%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) mostra un guadagno frazionale dello 0,57%.

Tra le principali Borse europee ferma Francoforte che lima dello 0,04%. Anche Londra è stabile. Fa poco meglio Parigi che mostra un +0,10%.

A Milano, il FTSE MIB rimane incollato ai livelli della vigilia con  rialzo dello 0,05%. Sulla stessa linea il FTSE Italia All-Share che è completamente piatto.

Tra le migliori azioni italiane fa bene Banca Popolare dell’Emilia Romagna (+1,33%).

Continua al rialzo Fiat che vanta un incremento dell’1,07%. A sostenere il titolo, S&P che ha confermato il rating.

Andamento positivo per Enel, che avanza di un discreto +1,16%.

I più forti ribassi, invece, si verificano su Yoox.

Pesante UBI Banca, che segna una discesa di ben -2,79 punti percentuali.

Si concentrano le vendite su Unicredit che soffre un calo dell’1,47%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Fincantieri (+5,65%) dopo che ieri è arrivata una commessa da parte di Carnival.

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Brunello Cucinelli che mostra un -2,12%, dopo che Mediobanca ha completato la cessione del 3,02% delle azioni dell’azienda

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse ferme: silenzio…La parola a Trump