Borse europee toniche. Focus su dati macro

(Teleborsa) – Bilancio positivo per i mercati finanziari del Vecchio Continente. Gli acquisti diffusi interessano anche il FTSE MIB, che si muove sulla stessa onda rialzista degli altri listini di Eurolandia.

L’azionario europeo sembra quindi snobbare le tensioni geopolitiche dopo l’ultimo test missilistico della Corea del Nord e guarda con favore alle dichiarazioni del prossimo numero uno della Fed, Jerome Powell. Il futuro governatore della banca centrale statunitense, ha fatto sapere che si impegnerà a proseguire l’attuale politica di rialzo graduale dei tassi di interesse pur con una certa flessibilità in caso di eventi inattesi.

L’Euro / Dollaro USA mostra un timido guadagno, con un progresso dello 0,20%. Sul fronte dei dati macro, è atteso in mattinata un aggiornamento sulla fiducia delle imprese e dei consumatori nell’Eurozona e nel pomeriggio l’inflazione preliminare tedesca.
Dagli USA, si attende la seconda lettura del PIL del terzo trimestre.

Nessuna variazione significativa per l’oro, che scambia sui valori della vigilia a 1.296 dollari l’oncia. Sessione debole per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che scambia con un calo dello 0,40%.

Sulla parità lo spread, che rimane a quota 144 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona all’1,79%.

Tra i listini europei andamento positivo per Francoforte, che avanza di un discreto +0,9%. Tentenna, invece, Londra, che cede lo 0,42%. Modesta la salita di Parigi, +0,59%. Il listino milanese mostra un timido guadagno, con il FTSE MIB che sta mettendo a segno un +0,55%. 

In luce sul listino milanese i comparti Chimico (+1,14%), Banche (+1,13%) e Servizi per la finanza (+0,68%).

Tra i best performers di Milano, in evidenza le banche con i guadagni di UBI Banca (+1,43%), Unicredit (+1,35%), BPER (+1,32%) e Banco BPM (+1,15%).

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Acea (+5,41%) promossa da Mediobanca a “outperform” dopo il piano al 2022 presentato la vigilia. Bene, inoltre, Sogefi (+5,22%), Astaldi (+2,03%) e Credem (+1,76%). Le peggiori performance, invece, si registrano su Cairo Communication, -0,86%. Debole Inwit, che registra una flessione dello 0,63%.

Borse europee toniche. Focus su dati macro
Borse europee toniche. Focus su dati macro