Borse europee toniche dopo la Federal Reserve

(Teleborsa) – Bilancio positivo per i mercati finanziari del Vecchio Continente. Gli acquisti diffusi interessano anche il FTSE MIB, che si muove sulla stessa onda rialzista degli altri listini di Eurolandia, incoraggiati dalle parole del numero uno della Fed, Jerome Powell. Il governatore ha rassicurato che la politica monetaria rimarrà espansiva e che non saranno toccati i tassi fino al 2023, sebbene le previsioni per l’economia siano state riviste al rialzo in modo consistente.

In Europa è atteso il verdetto dell’EMA sulla sicurezza del vaccino Astrazeneca, anche se, come specificato dall’Agenzia europea del farmaco, non sarà vincolante per gli Stati.

Sul mercato valutario, lieve calo dell’Euro / Dollaro USA, che scende a quota 1,194. Prevale la cautela sull’oro, che continua la seduta con un leggero calo dello 0,39%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) in calo (-1,01%) si attesta su 63,95 dollari per barile.

Lieve miglioramento dello spread, che scende fino a +98 punti base, con un calo di 2 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta allo 0,70%.

Tra i listini europei tonica Francoforte che evidenzia un bel vantaggio dello 0,96%, ferma Londra, che segna un quasi nulla di fatto, e resistente Parigi, che segna un piccolo aumento dello 0,26%. Il listino milanese mostra un timido guadagno, con il FTSE MIB che sta mettendo a segno un +0,37%, mentre a Piazza Affari va avanti la stagione delle trimestrali. Snam ha annunciato conti 2020 in crescita nonostante l’impatto del Covid-19 ed ha rialzato la stima di utile 2021.
Bancario (+1,29%), costruzioni (+1,10%) e automotive (+0,80%) in buona luce sul listino milanese.

In fondo alla classifica, i maggiori ribassi si manifestano nei comparti materie prime (-2,73%), sanitario (-0,86%) e tecnologia (-0,47%).

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Pirelli (+2,32%), Banco BPM (+2,17%), Unipol (+2,02%) e Banca Mediolanum (+1,83%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su DiaSorin, che continua la seduta con -1,97%.

Tentenna Amplifon, con un modesto ribasso dello 0,81%.

Giornata fiacca per Nexi, che segna un calo dello 0,79%.

Piccola perdita per Terna, che scambia con un -0,77%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, El.En (+4,86%), Danieli (+3,87%), Carel Industries (+1,55%) e Zignago Vetro (+1,43%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Mutuionline, che ottiene -3,07%.

Vendite su ERG, che registra un ribasso dell’1,57%.

Seduta negativa per Falck Renewables, che mostra una perdita dell’1,43%.

Sotto pressione Rai Way, che accusa un calo dell’1,37%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse europee toniche dopo la Federal Reserve