Borse europee toniche

(Teleborsa) – Bilancio positivo a metà seduta per i mercati finanziari del Vecchio Continente. Gli acquisti diffusi interessano anche il FTSE MIB, che si muove sulla stessa onda rialzista degli altri listini di Eurolandia. Gli investitori appaiono sollevati dalla sigla dell’accordo commerciale di fase 1 tra Stati Uniti e Cina.

Dal fronte macro, il PMI di dicembre ha evidenziato un’incapacità dell’economia a riprendere slancio nel mese di dicembre. Rivista al ribasso l’inflazione italiana a novembre.

Sostanzialmente stabile l’Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia e si ferma a 1,114. L’Oro è poco mosso su 1.476,6 dollari l’oncia. Seduta sulla parità per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che si attesta a 60,02 dollari per barile.

Lo Spread peggiora, toccando i +148 punti base, con un aumento di 5 punti base rispetto al valore precedente, con il rendimento del BTP decennale pari all’1,19%.

Tra i mercati del Vecchio Continente piccoli passi in avanti per Francoforte, che segna un incremento marginale dello 0,60%, vola Londra, con una marcata risalita del 2,19%, e andamento positivo per Parigi, che avanza di un discreto +0,97%.

Lieve aumento per la Borsa Milanese, con il FTSE MIB che sale dello 0,45% a 23.435 punti; sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share procede a piccoli passi, avanzando a 25.584 punti. Sulla parità il FTSE Italia Mid Cap (+0,14%); in frazionale progresso il FTSE Italia Star (+0,4%).

Risultato positivo a Piazza Affari per i settori sanitario (+1,24%), chimico (+1,11%) e viaggi e intrattenimento (+1,02%).

Tra i peggiori della lista di Piazza Affari, in maggior calo i comparti costruzioni (-0,71%), tecnologia (-0,48%) e vendite al dettaglio (-0,48%).

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, brilla Juventus, con un forte incremento (+2,07%).

Ben comprata Nexi, che segna un forte rialzo dell’1,87%.

Ferragamo avanza dell’1,69%.

Si muove in territorio positivo Snam, mostrando un incremento dell’1,58%.

Le peggiori performance, invece, si registrano su Buzzi Unicem, che ottiene -1,73%.

Contrazione moderata per UBI Banca, che soffre un calo dello 0,68%.

Sottotono BPER che mostra una limatura dello 0,65%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Datalogic (+2,00%), Carel Industries (+1,74%), Banca Ifis (+1,71%) e Banca Mediolanum (+1,43%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su OVS, che continua la seduta con -2,19%.

Si concentrano le vendite su Ivs Group, che soffre un calo dell’1,73%.

Vendite su Cementir Holding, che registra un ribasso dell’1,40%.

Seduta negativa per Acea, che mostra una perdita dell’1,28%.

(Foto: © Antonio Truzzi | 123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse europee toniche