Borse europee toniche

(Teleborsa) – Avvio di settimana positivo per le principali borse europee sostenute dal report occupazionale statunitense, che ha indicato nel mese di febbraio la creazione di oltre 300 mila posti di lavoro. 

Sotto i riflettori i titoli bancari, nella settimana in cui si attende l’addendum finale, ovvero il pacchetto di misure per ridurre il livello dei crediti deteriorati, cosiddettiNPL, che sarà presentato dal presidente della vigilanza bancaria europea, Daniele Nouy.

Per la giornata odierna non sono previste indicazioni macro di rilievo, mentre l’attenzione degli investitori si concentra sulla riunione dell’Eurogruppo che avrà sul tavolo i temi Grecia e Brexit

Sul Forex, l’Euro / Dollaro USA prosegue gli scambi con un guadagno frazionale dello 0,23%. Sostanzialmente stabile l’oro, che continua la sessione sui livelli della vigilia a quota 1.321,8 dollari l’oncia. Seduta in frazionale ribasso per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che lascia, per ora, sul parterre lo 0,24%.

Lo Spread peggiora, toccando i 128 punti base, con un aumento di 3 punti base rispetto al valore precedente, con il rendimento del BTP decennale pari all’1,93%.

Nello scenario borsistico europeo ben impostata Francoforte, che mostra un incremento dello 0,76%. Londra avanza dello 0,26% e Parigi, dello 0,31%. Frazionale la salita per la Borsa Milanese, con il FTSE MIB che sale dello 0,65% a 22.892 punti.
 
In luce sul listino milanese i comparti Utility (+1,33%), Viaggi e intrattenimento (+1,05%) e Telecomunicazioni (+0,82%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, in evidenza Poste Italiane, che mostra un fortissimo incremento del 2,14%, premiata ancora dal mercato per il nuovo piano strategico.

Svetta Italgas che segna un importante progresso del 2,13% nel giorno del CdA sui conti di periodo.

Tonica anche Leonardo, con una marcata risalita del 2,07%.

Denaro su ENI (+0,65%) che ha ceduto a Mubadala Petroleum un quota del 10% nella concessione di Shorouk, nell’offshore dell’Egitto, per circa 934 milioni di dollari.

Sotto i riflettori Telecom sulle ultime evoluzioni della vicenda degli acquisti del fondo Elliott.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Saras (+2,82%), ERG (+2,43%), Juventus (+2,40%) e Maire Tecnimont (+2,26%), quest’ultima si è aggiudicata una nuova commessa nelle Filippine. Le peggiori performance, invece, si registrano su Mutuionline, che ottiene -1,46%.

Borse europee toniche