Borse europee toniche

(Teleborsa) – Bilancio positivo per i mercati finanziari del Vecchio Continente. Gli acquisti diffusi interessano anche il FTSE MIB, che si muove sulla stessa onda rialzista degli altri listini di Eurolandia.

Il focus degli investitori resta puntato sul mercato Forex, in particolare sul cambio euro/dollaro, alla luce delle dichiarazioni del Presidente USA, Donald Trump. Il numero uno della Casa Bianca ha affermato al World Economic Forum di Davos che il biglietto verde diventerà sempre più forte, contrariamente a quanto indicato dal Segretario al Tesoro USA, Mnuchin, favorevole a un tasso di cambio debole che “fa bene al commercio degli Stati Uniti”.

L’Euro / Dollaro USA mostra un timido guadagno, con un progresso dello 0,68%. Lieve aumento dell’oro, che sale a 1.353,4 dollari l’oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) mostra un timido guadagno e segna un +0,35%.

In lieve rialzo lo spread, che si posiziona a 138 punti base, con un timido incremento di 3 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari all’1,99%.

Tra gli indici di Eurolandia senza slancio Francoforte, che negozia con un -0,02%. Denaro su Londra, che registra una plusvalenza dello 0,42%. Andamento positivo anche per Parigi, che avanza di un discreto +0,83%. Lieve aumento per la Borsa di Milano, che mostra sul FTSE MIB un rialzo dello 0,21%. 

Viaggi e intrattenimento (+1,25%), Automotive (+0,90%) e Costruzioni (+0,82%) in buona luce sul listino milanese. In fondo alla classifica, i maggiori ribassi si manifestano nei comparti Chimico (-1,68%), Telecomunicazioni (-0,57%) e Assicurativo (-0,42%).

Tra i best performers di Milano, in evidenza Fiat Chrysler (+1,44%) grazie ai conti del 2017 e all’outlook. 

Bene Snam (+1,37%) che festeggia l’upgrade di JP Morgan. Tiene Buzzi Unicem (+1,25%).

I più forti ribassi, invece, si verificano sulle banche e, in particolare sul risparmio gestito: Azimut, continua la seduta con -1,05%. Si muove sotto la parità Banca Generali, evidenziando un decremento dello 0,71%. Contrazione moderata per Mediobanca, che soffre un calo dello 0,71%. 

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Fincantieri (+4,72%), El.En (+4,01%), Banca Ifis (+3,53%) e FILA (+2,71%). Le peggiori performance, invece, si registrano su Gima Tt, che ottiene -3,85%.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse europee toniche