Borse europee timidamente positive

(Teleborsa) – Stabile Piazza Affari, che non aggancia il trend moderatamente rialzista dei principali mercati europei. Cresce l’attesa per la pubblicazione delle statistiche sul mercato del lavoro americano, in agenda nel primo pomeriggio.

Lieve calo dell’Euro / Dollaro USA, che scende a quota 1,115. L’Oro continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,05%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) riporta una variazione pari a -0,05%.

Consolida i livelli della vigilia lo spread, attestandosi a +252 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 2,55%.

Nello scenario borsistico europeo bilancio positivo per Francoforte, che vanta un progresso dello 0,32%, in luce Londra, con un rialzo dello 0,74%, tonica Parigi, che registra una plusvalenza dello 0,21%.

Piazza Affari continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,16% sul FTSE MIB; sulla stessa linea, si muove intorno alla parità il FTSE Italia All-Share, che continua la giornata a 23.799 punti. Sui livelli della vigilia il FTSE Italia Mid Cap (-0,17%), come il FTSE Italia Star (0,0%).

In luce sul listino milanese i comparti sanitario (+1,17%), petrolio (+0,66%) e utility (+0,44%). In fondo alla classifica, sensibili ribassi si manifestano nel comparto materie prime, che riporta una flessione di -1,86%.

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, andamento positivo per Fiat Chrysler, che avanza di un discreto +1,87% dopo la trimestrale.

Ben comprata Amplifon, che segna un forte rialzo dell’1,49%.

Diasorin avanza dell’1,32%.

Si muove in territorio positivo Ferragamo, mostrando un incremento dell’1,25%.

I più forti ribassi, invece, si verificano su Tenaris, che continua la seduta con -1,83% nel giorno della diffusione dei risultati finanziari dei primi tre mesi del 2019.

Sotto pressione Pirelli, con un forte ribasso dell’1,59%.

Soffre Unipol, che evidenzia una perdita dell’1,05%.

Piccola perdita per UBI Banca, che scambia con un -0,8%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Fincantieri (+2,46%), Banca MPS (+2,01%), Biesse (+1,88%) e RCS (+1,61%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su De’ Longhi, che continua la seduta con -2,15%.

Preda dei venditori Maire Tecnimont, con un decremento dell’1,90%.

Si concentrano le vendite su Tinexta, che soffre un calo dell’1,77%.

Vendite su Reply, che registra un ribasso dell’1,69%.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse europee timidamente positive