Borse europee sulla parità. Milano in lieve calo

(Teleborsa) – Seduta frazionalmente negativa per il listino milanese, mentre le altre Borse europee scambiano sulla parità dopo il finale debole di Tokyo e quello poco mosso di Wall Street.

Nessuna variazione significativa per l’Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,166. Stabile l’oro a 1.257,3 dollari l’oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) mostra un guadagno frazionale dello 0,40%.

Si riduce di poco lo spread, che si porta a 253 punti base, con un lieve calo di 3 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta al 2,86%.

Nello scenario borsistico europeo incolore Francoforte, che non registra variazioni significative, rispetto alla seduta precedente, piccoli passi in avanti per Londra, che segna un incremento marginale dello 0,29%, senza slancio Parigi +0,09%.

Prevale la cautela a Piazza Affari, con il FTSE MIB che mostra un leggero calo dello 0,41%.

Materie prime (+1,80%) e petrolifero (+1,13%) in buona luce sul listino milanese. Nella parte bassa della classifica di Piazza Affari, sensibili ribassi si manifestano nei comparti telecomunicazioni (-1,46%), bancario (-0,85%) e beni industriali (-0,81%).

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Saipem (+2,71%), Tenaris (+1,72%), ENI (+0,87%) e Terna (+0,78%). I più forti ribassi, invece, si verificano su Telecom Italia -1,78%. In rosso Unipol, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,71%. Spicca la prestazione negativa di Leonardo, che scende dell’1,51%. UBI Banca scende dell’1,50%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, EI Towers (+1,59%) e Piaggio (+1,28%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su Gima Tt -7,24%. Sensibili perdite per Anima Holding, in calo del 2,39%. In apnea Reply, che arretra del 2,16%. Calo deciso per Credem, che segna un -1,9%.

Borse europee sulla parità. Milano in lieve calo