Borse europee sulla parità. In rosso Piazza Affari

(Teleborsa) – Finale all’insegna della debolezza per le principali borse europee con un cauto ritorno agli acquisti degli investitori dopo il sell-off dei giorni scorsi legato alla crisi della Turchia. 

Sul mercato Forex, lieve calo dell’Euro / Dollaro USA, che scende a quota 1,136. Lieve aumento dell’oro, che sale a 1.196,7 dollari l’oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,03%.

Lo Spread fa un piccolo passo verso il basso, con un calo dell’1,50% a quota 272 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta al 3,03%.

Tra le principali Borse europee Francoforte, segna un quasi nulla di fatto. Fiacca Londra, con un decremento dello 0,40%. Parigi, resta incollata sui livelli della vigilia. A Milano, si è mosso sotto la parità il FTSE MIB, che scende a 20.906 punti, con uno scarto percentuale dello 0,30%. 

Alla chiusura della Borsa di Milano, il controvalore degli scambi nella seduta odierna risulta essere stato pari a 1,75 miliardi di euro, in deciso ribasso (-29,91%), rispetto alla seduta precedente che aveva visto la negoziazione di 2,49 miliardi di euro; mentre i contratti si sono attestati a 204.072, rispetto ai precedenti 268.263 ed i volumi scambiati sono passati da 1,08 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 0,75 miliardi.

Tra i 220 titoli scambiati, i titoli positivi sono stati 88, mentre 109 hanno terminato in calo. Sostanzialmente stabili le restanti 23 azioni.

In luce sul listino milanese i comparti sanitario (+1,57%), petrolio (+1,12%) e alimentare (+0,70%). Tra i più negativi della lista di Milano, troviamo i comparti media (-2,68%), beni industriali (-1,39%) e bancario (-1,38%).

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Unipol (+4,03%), Saipem (+3,85%), UnipolSai (+2,05%) e Leonardo (+1,73%).

Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su Mediaset, che ha terminato le contrattazioni a -5,74% dopo un report negativo sulla controllata spagnola da parte di Morgan Stanley.

Tonfo di Atlantia, che mostra una caduta del 5,39% sulla notizia del crollo del ponte di Genova.

Lettera sulle banche: Mediobanca, che registra un importante calo del 2,62%. Affonda Banco BPM, con un ribasso del 2,59%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Datalogic (+3,76%), Amplifon (+3,04%), Juventus (+2,32%) e Diasorin (+1,44%). I più forti ribassi, invece, si sono verificati su ASTM, che ha archiviato la seduta a -4,31%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse europee sulla parità. In rosso Piazza Affari