Borse europee sulla parità. In rosso Piazza Affari

(Teleborsa) – Seduta negativa per il listino milanese, in contro trend rispetto al resto delle Borse europee, che invece hanno terminato sulla parità. Gli investitori si sono mossi con cautela in vista dell’avvio della stagione delle trimestrali in USA. 

L’Euro / Dollaro USA continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,1%. L’Oro è sostanzialmente stabile su 1.275,8 dollari l’oncia. Prevale la cautela sul mercato petrolifero, con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che continua la seduta con un leggero calo dello 0,28%.

Avanza di poco lo spread, che si porta a 209 punti base, evidenziando un aumento di 3 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari al 2,28%.

Nello scenario borsistico europeo resta vicino alla parità Francoforte (+0,13%). Contrazione moderata per Londra, che soffre un calo dello 0,22% nonostante il buon dato sul mercato del lavoro nel Regno Unito. Piatta Parigi, che tiene la parità. Prevale la cautela in chiusura a Piazza Affari, con il FTSE MIB che archivia la seduta con un frazionale calo dello 0,52%. 

Il controvalore degli scambi nella seduta odierna a Piazza Affari è stato pari a 2,48 miliardi di euro, con un incremento di ben 675,8 milioni di euro, pari al 37,45%, rispetto ai precedenti 1,8 miliardi; mentre i volumi scambiati sono passati da 0,64 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 0,74 miliardi.

Su 215 titoli scambiati sulla borsa di Milano, 122 azioni hanno chiuso in territorio negativo, mentre 86 azioni hanno portato a casa un rialzo. Invariate le altre 7 azioni del listino milanese.

Vendite al dettaglio (+0,77%), Viaggi e intrattenimento (+0,58%) e Sanitario (+0,52%) in buona luce sul listino milanese. Nel listino, le peggiori performance sono state quelle dei settori Chimico (-2,58%), Materie prime (-1,97%) e Banche (-1,51%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, ben impostata tra le banche Fineco, che mostra un incremento dell’1,57% grazie alla crescita della raccolta in marzo.

Tonica Italgas che evidenzia un bel vantaggio dell’1,38% continuando a beneficiare della promozione ieri di Jefferies.

Nel lusso, si mette in luce Luxottica, con un ampio progresso dell’1,27%.

Andamento positivo per Snam, che avanza di un discreto +1,19% forte delle dichiarazioni ottimistiche sul futuro rilasciate dall’AD Alverà.

Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su Banco BPM, che ha terminato le contrattazioni a -3,14%. Sessione nera per Mediobanca, che lascia sul tappeto una perdita del 2,61%. Pesante Unipol, che segna una discesa di ben -2,22 punti percentuali.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse europee sulla parità. In rosso Piazza Affari