Borse europee sulla parità. In lieve calo Piazza Affari

(Teleborsa) – Seduta timidamente negativa per il listino milanese, in contro trend rispetto al resto delle Borse europee, che invece scambiano sulla parità in attesa della tanto sospirata firma sui dazi tra USA e Cina. Intanto a Wall Street è iniziata la stagione delle trimestrali, con le banche in prima fila.

Nessuna variazione significativa per l’Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,113. Lieve aumento per l’oro, che mostra un rialzo dello 0,46%. Seduta in frazionale ribasso per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che lascia, per ora, sul parterre lo 0,41%.

Sui livelli della vigilia lo spread, che si mantiene a +160 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona all’1,36%.

Tra i mercati del Vecchio Continente senza spunti Francoforte, che non evidenzia significative variazioni sui prezzi, tonica Londra, che registra una plusvalenza dello 0,22%, ferma Parigi, che segna un quasi nulla di fatto.

Si muove in frazionale ribasso Piazza Affari, con il FTSE MIB che sta lasciando sul parterre lo 0,37%; sulla stessa linea, si posiziona sotto la parità il FTSE Italia All-Share, che retrocede a 25.989 punti. Consolida i livelli della vigilia il FTSE Italia Mid Cap (-0,15%); guadagni frazionali per il FTSE Italia Star (+0,39%).

Beni per la casa (+1,65%), alimentare (+0,93%) e sanitario (+0,72%) in buona luce sul listino milanese.

Nel listino, i settori viaggi e intrattenimento (-0,90%), media (-0,69%) e bancario (-0,67%) sono tra i più venduti.

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, su di giri Moncler (+2,84%).

Guadagno moderato per Campari, che avanza dello 0,98%.

Piccoli passi in avanti per Diasorin, che segna un incremento marginale dello 0,95%.

Giornata moderatamente positiva per Amplifon, che sale di un frazionale +0,85%.

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Atlantia, che prosegue le contrattazioni a -2,33%.

Vendite a piene mani su Ferragamo, che soffre un decremento del 2,18%.

Fiat Chrysler scende dell’1,20%.

Calo deciso per Unipol, che segna un -1,04%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Falck Renewables (+3,15%), Banca Generali (+2,87%), Maire Tecnimont (+2,79%) e Banca Ifis (+1,88%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Mondadori, che ottiene -2,10%.

Sotto pressione doValue, con un forte ribasso dell’1,66%.

Soffre Tinexta, che evidenzia una perdita dell’1,55%.

Preda dei venditori Illimity Bank, con un decremento dell’1,50%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse europee sulla parità. In lieve calo Piazza Affari