Borse europee sui massimi a metà giornata. A Milano corre Saipem

(Teleborsa) – Piazza Affari si conferma positiva a metà seduta al pari delle altre principali Borse europee.

Driver al rialzo le attese per un via libera entro l’anno della riforma fiscale statunitense che promette di far volare la prima economia al mondo.

Di un certo aiuto anche il miglioramento del rating del Portogallo annunciato da Fitch venerdì e i progressi nelle trattative per formare una coalizione di Governo in Germania.

Dal fronte macroeconomico, l’inflazione in Eurozona si è confermata in avvicinamento al target della Banca Centrale Europea.

Sul valutario, lieve aumento per l’Euro / Dollaro USA, che mostra un rialzo dello 0,32%.

Tra le commodities, l’Oro avanza dello 0,21% mentre il petrolio (Light Sweet Crude Oil) guadagna lo 0,40%.

Si riduce di poco lo spread, che si porta a 149 punti base, con un lieve calo di 2 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta all’1,80%.

Tra i listini europei vola Francoforte, con una marcata risalita dell’1,52%. Resistente Londra con un +0,42%. Accelera il passo Parigi che avanza ora dell’1,17%.

A Piazza Affari il FTSE MIB segna un +0,64% a 22.230 punti, invertendo la tendenza rispetto alla serie di tre ribassi consecutivi, cominciata mercoledì scorso; sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share avanza in maniera frazionale, arrivando a 24.571 punti. In denaro il FTSE Italia Mid Cap (+0,71%), come il FTSE Italia Star (0,3%).

Moncler si conferma best performer del FTSE Mib con un guadagno del 2,84% grazie all’accordo sul Patent Box.

In allungo Saipem (+2,83%), complice anche il rialzo delle quotazioni del greggio. Bene la galassia Fiat, in particolare Exor (+1,78%) e CNH Industrial (+1,54%). Venerdì sera Fitch ha migliorato il rating di FCA.

I più forti ribassi, invece, si verificano su Mediaset, che continua la seduta con -1,28%. Il Biscione soffre la mancanza di novità nella disputa con Vivendi per il caso Premium. 

Offerte Banco BPM, che soffre un calo dell’1,11%, e A2A.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Inwit (+4,27%) e Juventus (+4,09%), quest’ultima grazie alla vittoria in Campionato che ha portato i bianconeri ad un solo punto dalla capolista Napoli.

Ottime De’Longhi (+3,58%) e Autogrill (+2,53%), entrambe inserite tra i 22 titoli del nuovo indice FTSE Italia Brands che ha fatto il suo debutto stamane.

Le peggiori performance, invece, si registrano su IGD, che ottiene -7,43%. La società ha annunciato un aumento di capitale da 150 milioni di euro per finanziare un’acquisizione.

Sessione nera anche per Maire Tecnimont e Fincantieri.

Borse europee sui massimi a metà giornata. A Milano corre Saipem