Borse europee sui livelli precedenti

(Teleborsa) – Seduta prudente per le principali borse del Vecchio Continente. La cautela regna anche sulla piazza di Milano che si posiziona sulla linea di parità.

L’Euro / Dollaro USA mantiene la posizione su 1,163. Sostanzialmente stabile l’oro, che continua la sessione sui livelli della vigilia a quota 1.198 dollari l’oncia. Seduta in frazionale ribasso per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che lascia sul parterre lo 0,26%.

Lieve calo dello spread, che scende a 252 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta al 2,90%.

Tra le principali Borse europee incolore Francoforte, tentenna Londra, con un modesto ribasso dello 0,20%, senza slancio Parigi, che negozia con un +0,06%.

Sosta sulla parità la Borsa di Milano, con il FTSE MIB che si attesta a 20.570 punti.

In buona evidenza a Milano i comparti utility (+0,88%) e telecomunicazioni (+0,78%). Nella parte bassa della classifica di Piazza Affari, sensibili ribassi si manifestano nei comparti materie prime (-1,00%), alimentare (-0,94%) e servizi finanziari (-0,45%).

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, andamento positivo per Enel, che avanza di un discreto +1,63%. Ben comprata Telecom Italia, che segna un forte rialzo dell’1,01%. Guadagno moderato per Moncler, che avanza dello 0,62%. Piccoli passi in avanti per Fineco, che segna un incremento marginale dello 0,51%. Le più forti vendite, invece, si manifestano su Recordati, che prosegue le contrattazioni con un -1,38%. Sotto pressione Banco BPM, con un forte ribasso dell’1,32%. Soffre Tenaris, che evidenzia una perdita dell’1,22%. Preda dei venditori STMicroelectronics, con un decremento dell’1,21%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Juventus (+2,24%), Technogym (+1,63%), ASTM (+1,02%) e Aeroporto di Bologna (+0,96%). Le peggiori performance, invece, si registrano su Saras -8,57%. Si concentrano le vendite su Credem, che soffre un calo dell’1,89%. Giù Salini Impregilo, che registra un ribasso dell’1,70%. Seduta negativa per Fincantieri, che mostra una perdita dell’1,63%.

Borse europee sui livelli precedenti