Borse europee sui livelli precedenti

(Teleborsa) – Altalenante Piazza Affari, tornata sulla parità a metà seduta. Seduta prudente per le altre principali borse del Vecchio Continente, in allerta per i timori di una guerra commerciale tra USA, Cina e UE. 

L’Euro / Dollaro USA continua la seduta con un leggero calo dello 0,47%. L’Oro riporta una variazione pari a -0,04%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) continua la sessione in rialzo e avanza a 71,14 dollari per barile.

Lo Spread migliora, toccando i 249 punti base, con un calo di 7 punti base rispetto al valore precedente, con il rendimento del BTP decennale pari al 2,82%.

Tra i listini europei ferma Francoforte, trascurata Londra, nulla di fatto anche per Parigi, che passa di mano sulla parità.

Sosta sulla parità la Borsa di Milano, con il FTSE MIB che si attesta a 21.419 punti.

Buona la performance a Milano dei comparti materie prime (+2,62%), petrolifero (+1,58%) e sanitario (+1,01%). Nel listino, le peggiori performance sono quelle dei settori bancario (-1,33%), chimico (-1,11%) e servizi finanziari (-1,03%).

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, su di giri Saipem (+2,93%). Acquisti a piene mani su Tenaris, che vanta un incremento del 2,72%. Sostenuta Terna, con un discreto guadagno dell’1,82%. Buoni spunti su ENI, che mostra un ampio vantaggio dell’1,54%. I più forti ribassi, invece, si verificano su Banca Generali, che continua la seduta con un -2,68%. Sotto pressione UBI Banca, che accusa un calo dell’1,87%. Scivola Banco BPM, con un netto svantaggio dell’1,86% nonostante le parole positive dell’AD Castagna sui crediti deteriorati. In rosso Intesa Sanpaolo, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,80%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Biesse (+4,95%), EI Towers (+3,93%), IREN (+1,49%) e Diasorin (+1,31%). I più forti ribassi, invece, si verificano su Gima Tt, che continua la seduta con un -8,42%. Affonda Credito Valtellinese, con un ribasso del 3,55%. Crolla Anima Holding, con una flessione del 3,41%. Vendite a piene mani su Piaggio, che soffre un decremento del 3,30%.

Borse europee sui livelli precedenti