Borse europee sui livelli precedenti

(Teleborsa) – Seduta prudente per le principali borse del Vecchio Continente. La cautela regna anche sulla piazza di Milano che si posiziona sulla linea di parità. I listini europei non sono comunque troppo mossi, in quanto gli investitori attendono le decisioni sulla politica monetaria di due importanti banche centrali: la Federal Reserve e la Banca d’Inghilterra. Stamattina i dati di IHS Markit hanno mostrato che il PMI manifatturiero dell’Eurozona è sceso ai minimi in 8 mesi ad ottobre, soprattutto a causa dei persistenti problemi alla supply chain.

Sul listino milanese si registra il balzo al debutto di Intercos, la prima società a sbarcare sul listino principale (Euronext Milan) in molti mesi: il titolo segna un +14% rispetto al prezzo fissato in fase di offerta. Il gruppo della cosmetica porta a 234 il numero delle società quotate su Euronext Milan.

Nessuna variazione significativa per l’Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,16. Seduta in frazionale ribasso per l’oro, che lascia, per ora, sul parterre lo 0,23%. Lieve calo del petrolio (Light Sweet Crude Oil), che scende a 83,72 dollari per barile.

Ottimo il livello dello spread, che scende fino a +124 punti base, con un calo di 8 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni che si posiziona all’1,05%.

Tra i mercati del Vecchio Continente piccolo passo in avanti per Francoforte, che mostra un progresso dello 0,65%, contrazione moderata per Londra, che soffre un calo dello 0,55%, e composta Parigi, che cresce di un modesto +0,25%.

Piazza Affari continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,13% sul FTSE MIB; sulla stessa linea, giornata senza infamia e senza lode per il FTSE Italia All-Share, che rimane a 29.792 punti.

Sui livelli della vigilia il FTSE Italia Mid Cap (-0,04%); sulla stessa linea, consolida i livelli della vigilia il FTSE Italia Star (-0,08%).

Tra i best performers di Milano, in evidenza BPER (+1,88%), Prysmian (+1,46%), Nexi (+1,16%) e Banco BPM (+1,00%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Fineco, che ottiene -1,75%.

Calo deciso per Banca Mediolanum, che segna un -1,5%.

Sotto pressione ENI, con un forte ribasso dell’1,46%.

Soffre Ferrari, che evidenzia una perdita dell’1,42%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Esprinet (+3,45%), Sanlorenzo (+2,85%), Banca MPS (+2,72%) e Carel Industries (+1,60%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su MARR, che continua la seduta con -3,25%.

Affonda El.En, con un ribasso del 2,21%.

Crolla Mutuionline, con una flessione del 2,17%.

Vendite a piene mani su Danieli, che soffre un decremento del 2,02%.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse europee sui livelli precedenti